I miei amorini

 

Ad ottobre passerà un anno dal mio trasferimento ad Avellino. Fortunatamente il tempo è volato. E se ripenso alla mia vita a Palermo.. ora che sono qui… mi rendo conto di quanto fosse perfetta. È buffo dire che io stessa invidio la me stessa di un anno fa. E pensare che.. sì ero consapevole di avere una bella vita… ma spesso me la lasciavo amareggiare da qualcosa di stupido e di temporaneo. Ed è bello poter dire che la notizia del trasferimento non abbia influenzato i miei ultimi mesi a palermo.. vivendo sempre tutto al massimo, senza mai scoraggiarmi o pensare al fatto che nn ci sarebbe più stata.

 

Diciamo che tutta la mia vita si incentrava su me stessa e le mie amiche  che egocentriche

E quindi un grazie speciale per quei bellissimi anni va assolutamente a loro che li hanno resi speciali.

 

A Manu…

La prima amica. L’ex compagna di liceo.

L’amica dalle 2 o 3  telefonate giornaliere interminabili.. da record mai battute con nessuna persona al mondo. gli argomenti top secret e il pensare “ma se i carabinieri sentissero le nostre tel? T’immagini le facce!!!” Le torte e i dolcetti per coccolarmi. Gli gnocchi al sugo (minestra rossa con cosa gialle galleggianti). Le tue calze (una dritta l’altra al rovescio). I milioni di film visti insieme al cinema. Le ore a commentare qualunque cosa ci colpisse. Leggere contemporaneamente “il ritratto di Dorian Gray”. Le diete programmate con le tue tabelle e le penitenze per gli sgarri (mai messe in atto).  Le dormite a casa tua. Le stupende corse sulla sabbia della spiaggia di mondello con un panorama unico. E gli addominali nei quali vincevi sempre tu. La pecorella di quando sei partita per Genova che resta fissa nella mia macchina. La 600 gialla, piccolina come te. l’usare la tua bicicletta scassata con i freni cigolanti. Il tuo essere fantasiosa, originale, imprevedibile.

 

 

A Gabri

L’amica inaspettata. Quando non credi che l’università ti permetterà mai di instaurare dei rapporti tanto stretti e talmente belli.

Gabri che non sa quanto sia speciale. Il come riesca in tutto. Quella che al primo anno faceva parte della radio. Del giornalino. “la faccia da culetto” che quando c’è da chiedere qualcosa viene sempre mandata avanti. La nostra PR. Ma tutte quelle serate dove le beccavi ??

Gli aperitivi del mercoledì al caffè malavoglia. Le serate del giovedì al birimbao.

Le scenate di gelosia e i musi imbronciati.. che mi facevano sentire fidanzata anche se non lo ero

E poi le riappacificazioni con tappa obbligatoria dal mc donald. Le tue maledette patatine fritte, che quasi tutte le sere alla fine facevano cadere in tentazione tutte. Il kebab.. insomma mi sa che si può dire la compagna di abbuffate anche se alla fine sei la più fissata di tutte per la linea.

I bagni alle 19 di sera a Mondello per “pausa studio”. Le chattate interminabili. Le mie canzoni sono le tue, le tue canzoni sono le mie. Il messaggino giornaliero immancabile che se nn arriva c’è da preoccuparsi. Il mandarti il numero della targa del tipo poco affidabile con cui TU mi avevi spinta ad uscire “io un po’ di paura la ho…” e tu “ma daiiii non conosci nessuno non puoi sprecare così le occasioni” e all’ultimo “sì in effetti siamo state un po’ affrettate scrivimi sms con targa, tipo di macchina, e colore. Ti faccio squillo ogni ora se rispondi è tutto ok” (che psicopatiche noi e che cretino lui )

 

 

A Piccolì

L’altra colleguccia universitaria. Priva di difetti. Calma, pacata, dolce, rasserenante. Sempre estranea ai litigi. Ma come avrai fatto a non farti mai coinvolgere .

La ruba cuori della situazione . stupendo il primo incontro. Alla cena del forum con mozart ricordi ? ihih che sceeeeme!! Il nostro agente segreto. Quella che scopre sempre tutto su tutti. La maghetta di msn. La nostra ricercatrice ufficiale sul web. Le serate a ballare come drogate. Instancabili. Fino alla fine. Il tuo rum e coca e la mia vodka alla pesca e redbull. La serata del Gabri vs rimorchiatore ubriaco e il tuo “aiuto!!!”

Quando dicevamo per fare le sceme “sì sì andiamo a rimorchiare!!!” E poi snobbare tutti (forse era meglio non dirla sta cosa )

I Finley sparati al massimo nella mitica (ormai vecchiotta) matiz bianca con Ga che ci voleva sopprimere e noi fissate con “dentro alla scatola” e “sirene”. Le partite a burrako come le vecchiette. La convivenza a casa mia per il periodo di natale (quando i miei stranamente mi avevano lasciato casa libera). wuthering heights. I tuoi magnifici libri-regali inaspettati.. che solo chi mi conosce sa quanto mi possa far piacere ricevere un libro.

 

 

A Claudia

La b0n0n4 . La cugina di Gabri. L’amante (no dai scherzo… Ga scusaaaaaaaaaa! )

La macchinona alla tipo ferrari che quando mi aspettava sotto casa il mio pensiero era fisso “madò  mò i carabinieri penseranno che stia con un 40enne riccone”. Il lettone unico ad una piazza e mezza. Le tue fissazioni per determinati ragazzi.. torture di mesi e mesi… e le mie

Il sism aaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh. Il “che noia.. vieni da me o usciamo?”. La biblioteca regionale… appuntamento fisso lì per far tutto fuorché studiare La tua risata… contagiosa… che scoppia improvvisa come quella dei bimbi.

 

 

Vi voglio bene

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

4 risposte a I miei amorini

  1. Gabri ha detto:

    aoooo lo vedi che l\’amante ce l\’avevi veramente??!! nn la ospito un\’adultera a casa mia :(((
    A parte gli scherzi,non solo lusingata ma intenerita e colpita dalle cose belle che sai esprimere in un modo unico e tutto tuo su ognuna di noi.
     

  2. Ale ha detto:

    davvero un bellissimo ritratto delle tue amiche, mi ha colpita molto :-)…
    un bacio "claudiawilde", direttamente da Palermo
     
    Ale

  3. Daniele ha detto:

    Bello e dolce questo intervento.
    Ogni tanto una dimostrazione eclatante d\’affetto non guasta 🙂

  4. Toru ha detto:

    l\’amicizia tra donne è sempre un legame profondoa volte anche dolorosamente morbosoma è un qualcosa che ti resta dentro per semprequalcosa che sa di intimità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...